unisa ITA  unisa ENG


fondi storici e raccolte speciali

fondo ventimiglia

La Biblioteca della famiglia Ventimiglia di Vatolla, intitolata alla memoria di Angelo Ventimiglia, fu donata al Centro studi per la storia del Mezzogiorno dell'Università degli Studi di Salerno nel 1973 dai fratelli Antonio Ferrante e Ottavio, ultimi discendenti diretti della famiglia, che con essi si è estinta.
Conta circa 8000 volumi, di cui si segnalano quattro incunaboli, circa centoquaranta cinquecentine e duecentocinquanta seicentine, numerosi testi, anche rari e preziosi, acquistati presso editori o presso librerie antiquarie, che privilegiano il filone degli studi storici meridionali e in particolare il Settecento.
Parte del materiale librario della raccolta Ventimiglia proviene dal convento francescano di S. Maria della Pietà di Vatolla; un grande incremento si ebbe nella seconda metà dell'Ottocento, allorché i Ventimiglia acquistarono dalla famiglia Vargas Macciucca, feudataria di Rocca, il fondo librario da essi conservato presso il castello di Vatolla. Entrambe le acquisizioni rivestono notevole importanza, essendo relative a collezioni librarie verosimilmente consultate dal Vico durante il suo soggiorno nella cittadina cilentana.