unisa ITA  unisa ENG


Prof. Luigi CATALANI - Didattica

Programma del corso di Informatica applicata alle scienze filosofiche | a.a. 2016/17

Laurea triennale in Filosofia - Anno Accademico 2016/2017

Insegnamento: Informatica B - Informatica applicata alle scienze filosofiche (CFU: 6)

Ore: 30

 

Programma del corso


Il corso, dal carattere fortemente interdisciplinare, invita gli studenti a riflettere sui concetti e sui fenomeni legati alla rivoluzione informatica: il calcolatore universale, l'ipertesto, la nascita dell'informatica, l'Intelligenza Artificiale, Internet, il World Wide Web, l'Etica informatica, la Filosofia dell'informazione, la Biblioteca digitale, l'Information literacy, Wikipedia. Il corso dedica inoltre uno spazio all'analisi di strumenti e risorse dell'universo documentario digitale disponibili a partire dal portale delle biblioteche d'ateneo.

 

Risultati apprendimento previsti


Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente sarà sollecitato, mediante lo studio di autori, testi, teorie e problemi al contempo informatici e filosofici, a misurarsi con le peculiarità speculative, i risvolti tecnici e le implicazioni sociali della cultura digitale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Lo studente dovrà mostrare di saper utilizzare in maniera efficace i principali strumenti per il recupero di informazioni in rete (information retrieval), di aver acquisito le principali nozioni di competenza informativa (information literacy) e di sapersi orientare nell'uso delle piattaforme wiki.

Autonomia di giudizio. Lo studente dovrà essere in grado di valutare con spirito critico lo spessore filosofico delle principali questioni legate alla rivoluzione digitale e gli stimoli etici ed epistemologici provenienti dall'evoluzione delle tecnologie informatiche.

Abilità comunicative. Lo studente dovrà mostrare la propria capacità di esporre con chiarezza gli argomenti discussi durante il corso, assumendo di volta in volta l'approccio storico, quello teorico e quello tecnico-applicativo, che convergono tutti alla fondazione epistemologica della disciplina.

Capacità di apprendimento. La frequenza del corso consentirà allo studente di acquisire gli strumenti adeguati ad un rapporto più critico e maturo con le nuove tecnologie e di apprezzare i risvolti teoretici di ciascun fenomeno della società della conoscenza.

 

Testi di riferimento


I libri di testo sono due.

Il primo è un e-book in progress dal titolo Filosofia dell'informatica, pubblicato dal docente durante lo svolgimento della precedente edizione del corso sulla piattaforma per il sapere aperto e collaborativo Wikibooks, con il contributo significativo degli studenti. I nuovi iscritti (a.a. 2016/2017) dovranno contribuire alla redazione collettiva del libro prima di sostenere l'esame, sulla base delle indicazioni fornite dal docente. Questo wikibook contiene i contenuti 'tradizionali' del corso (i concetti fondamentali, le radici logico-filosofiche dell'informatica, la nascita dell'informatica, la storia dell'ipertesto e del web, le teorie filosofiche sul digitale).

Il secondo è un testo cartaceo, diverso per ogni studente. Il docente assegnerà a ciascuno studente un libro di cultura digitale dedicato ad uno degli argomenti discussi durante il corso. Prima di sostenere l'esame, lo studente dovrà sintetizzare il contenuto del libro nella piattaforma wiki indicata dal docente.

 

Informazioni pratiche

 

La frequenza al corso è vivamente consigliata.

Gli studenti impossibilitati a frequentare dovranno concordare il programma con il docente.

L'esame si svolge mediante un colloquio orale sugli argomenti del corso. Il primo argomento sarà a discrezione dello studente; seguiranno due domande relative al contenuto del wikibook Filosofia dlel'informatica e due domande relative al contenuto del libro cartaceo assegnato.

Prima di sostenere l'esame, occorre contattare il docente via mail per richiedere il titolo del libro cartaceo assegnato e definire il tipo di contributo da sviluppare sulle piattaforme wiki.

 

Argomenti d'esame

 

1. Lo statuto epistemologico della disciplina e il rapporto con l'Informatica umanistica

2. Il concetto di calcolatore universale: le radici logico-filosofiche dell'informatica (da Leibniz a Gödel)

3. La nascita dell'Informatica (Alan Turing e John von Neumann)

4. L'ipertesto (Vannevar Bush, Joseph Licklider, Ted Nelson)

5. L'Intelligenza Artificiale

6. Storia di Internet

7. Il World Wide Web (nascita e caratteristiche del web, il web 2.0, il deep web, il web semantico)

8. L'Etica informatica (da Norbert Wiener a Luciano Floridi)

9. La Filosofia dell'informazione (Luciano Floridi)

10. Information Literacy

11. Wikipedia

12. La Biblioteca digitale

13. Risorse e servizi bibliotecari per la ricerca bibliografica

14. Temi di cultura digitale e filosofia dell'informatica discussi nei libri assegnati a ciascuno studente

 

Per informazioni e appuntamenti è possibile contattare il docente all'indirizzo lcatalani@unisa.it.