unisa ITA  unisa ENG


Osservatorio Regionale per le politiche giovanili

Tirocini presso le sedi diplomatiche d'Italia all'estero.

Data Scadenza: 23 ottobre 2017

 

Il MAECI, il MIUR e la Fondazione CRUI hanno sottoscritto una nuova Convenzione con per la riattivazione, a partire dal 2018, dei tirocini curriculari trimestrali presso le Rappresentanze diplomatiche italiane all’estero. Il nuovo programma di tirocini mira a integrare il percorso formativo universitario dello studente attraverso una conoscenza diretta e concreta delle attività istituzionali svolte dal MAECI presso le sedi all’estero.

Oggetto del bando sono 348 tirocini curriculari presso le Sedi all’estero del MAECI. I tirocinanti saranno impegnati nella realizzazione di ricerche, studi, analisi ed elaborazione di dati utili all’approfondimento dei dossier trattati da ciascuna sede. Gli studenti potranno essere anche coinvolti nell’organizzazione di eventi ed assistere il personale del MAECI nelle attività di proiezione esterna.

 

Destinatari del bando:

Possono candidarsi gli studenti di tutte le Università italiane aderenti alla Convenzione che risultino iscritti ad uno dei corsi di laurea indicati. Lo status di studente deve essere posseduto al momento della candidatura e mantenuto per tutta la durata del tirocinio, pena l’esclusione dal programma.


Requisiti di accesso:

  • cittadinanza italiana;
  • essere iscritti a un corso di laurea specifico per ogni tipo di tirocinio;
  • avere acquisito almeno 60 CFU nel caso delle lauree specialistiche o magistrali e almeno 230 CFU nel caso delle lauree magistrali a ciclo unico;
  • avere una conoscenza, certificata dall’Università o da organismo ufficiale di certificazione, della lingua inglese a livello B2;
  • avere riportato una media delle votazioni finali degli esami non inferiore a 27/30;
  • avere un’età non superiore ai 28 anni.


Al tirocinante spetta un rimborso forfettario delle spese sostenute nella misura minima di 300 euro mensili, corrisposti dall’Università di appartenenza. L'ente ospitante può mettere a disposizione dello studente un alloggio gratuito quale beneficio aggiuntivo al rimborso spese previsto.


Per ulteriori informazioni consultare il link.

Logo crui