unisa ITA  unisa ENG


Rubrica

Offerta formativa a.a. 2011-2012

Offerta formativa
CORSO DI LAUREA - INGEGNERIA CIVILE PER L'AMBIENTE ED IL TERRITORIO
Classe L 7
Anno di attivazione 2008
Facoltà di INGEGNERIA
Presidenza
Preside Prof. Vitale CARDONE
tel. 089 964029
fax 089 964343
Sito Web della facoltà
Area Didattica
Ingegneria civile e ambientale
Presidente Prof. Paolo VILLANI
tel. 089 964240
fax 089 964343
Sito Web dell'area didattica
Obiettivi del corso di laurea
I laureati del corso devono:
- conoscere adeguatamente gli aspetti metodologico-operativi di matematica e altre scienze di base per interpretare e descrivere i problemi dell'ingegneria;
- conoscere adeguatamente gli aspetti metodologico-operativi delle scienze dell'ingegneria, in particolar modo dell'ingegneria civile, ambientale e del territorio, nella quale sono capaci di identificare, formulare e risolvere i problemi, utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati;
- essere capaci di utilizzare tecniche e strumenti per la progettazione di componenti di sistemi e di processi;
- essere capaci di comprendere l'impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale;
- conoscere le proprie responsabilità professionali ed etiche.
- avere capacità relazionali e decisionali;
- essere capaci di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, in almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano;
- possedere gli strumenti cognitivi di base per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.
Requisiti per l'accesso
Per l’accesso al Corso di laurea è prevista una verifica del possesso, da parte dello studente, di adeguate conoscenze di base pre-universitarie, attraverso una prova di accesso obbligatoria consistente in quesiti a risposte multiple, in elaborazioni logiche ed in esercizi (vedi sul sito www.cisiaonline.it); è prevista anche una prova di Inglese. Se la verifica non è positiva, vengono indicati specifici obblighi formativi (OFA) che comportano la possibilità di iscriversi all’Anno di preparazione agli studi di Ingegneria, per il successivo inserimento assistito in uno dei corsi di laurea triennale (vedi sul sito www.ingegneria.unisa.it).
Sbocchi professionali
I laureati svolgono attività professionali in diversi ambiti, quali la progettazione assistita, la produzione, la gestione ed organizzazione, l’assistenza delle strutture tecnico-commerciali, sia nella libera professione che nelle imprese manifatturiere o di servizi e nelle amministrazioni pubbliche.
Prosecuzione degli studi
Gli studenti che escono dal percorso di studi standard potranno accedere direttamente al Corso di laurea magistrale in Ingegneria per l'ambiente ed il territorio; l'accesso al Corso di laurea magistrale in Ingegneria civile è possibile mediante richiesta di valutazione della carriera. Per gli studenti che intendono immettersi direttamente sul mercato del lavoro, sono offerti degli esami a scelta più direttamente professionalizzanti. Tale scelta non preclude la possibilità di immatricolarsi successivamente ad un Corso di laurea magistrale in Ingegneria civile o in Ingegneria per l'ambiente ed il territorio.
Informazioni e tutorato
Presso le seguenti strutture è possibile consultare il regolamento didattico del corso
- Facoltà di Ingegneria, Via Ponte Don Melillo, 84084 Fisciano (SA), tel 089 964029, fax 089 964343, email: presing@unisa.it
- Area didattica di Ingegneria civile ed ambientale, Via Ponte Don Melillo, 84084 Fisciano (SA), tel 089 964052, fax 089 964343, e-mail: adica@unisa.it
Esiste un servizio di tutorato del Corso di Studi: al momento dell’immatricolazione, ad ogni studente viene assegnato come tutor personale un docente ufficiale del Corso di Studi.
Sono presenti strutture del Corso dedicate all'organizzazione di stage e tirocini; è attivo un servizio di Ateneo rivolto a favorire l'inserimento occupazionale dei laureati.
Organizzazione della didattica
I corsi di insegnamento sono organizzati in due semestri di 12 settimane, da settembre a dicembre e da marzo a giugno. La didattica è generalmente organizzata in moduli da 60 ore, di cui una parte rilevante è riservata ad attività esercitative e a pratiche di laboratorio. Alcune attività didattiche hanno carattere interdisciplinare per la generalizzazione di metodi e tecniche impartite nei vari corsi; si impiegano software di una certa complessità per analizzare ed interpretare i dati, progettare opere e condurre cantieri. La prova finale consiste nella preparazione e discussione di un elaborato di carattere prevalentemente applicativo, sviluppato nell'ambito delle discipline del Corso di Studi ed al termine di un tirocinio formativo e professionale esterno. L'elaborato è corredato da presentazione multimediale, discussa dal candidato durante lo svolgimento della prova finale.
Informazioni ulteriori
Il Corso di laurea persegue obiettivi di qualità attraverso una procedura di autovalutazione e di valutazione esterna (Modello EURACE). A tal scopo:
• individua le esigenze formative delle parti interessate attraverso consultazioni dirette ed indagini disponibili;
• controlla lo svolgimento delle attività formative al fine di rilevarne l’efficacia;
• raccoglie, documenta e analizza i propri risultati, per quanto riguarda la carriera accademica degli studenti (efficacia interna), le opinioni degli studenti frequentanti su insegnamenti e altre attività formative, gli sbocchi professionali degli studenti che hanno conseguito il titolo di studio (efficacia esterna).
Ordinamento didattico del corso
Download dell'ordinamento didattico