unisa ITA  unisa ENG


Pasquale Stanzione - Didattica

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO

Unità didattica: MODULO UNICO

Corso di studio:
GIURISPRUDENZA
Tipo attività
LEZIONE
Durata (h)
117
Frequenza
Libera
Tipo attività formativa
BASE
Settore scientifico disciplinare
DIRITTO PRIVATO
CFU
13

Descrizione
PER LA PARTE GENERALE: L’ORDINAMENTO GIURIDICO E LA NORMA. LE FONTI. IL CODICE CIVILE. LA COSTITUZIONE. SOGGETTO E TITOLARITÀ. RAPPORTO GIURIDICO. SOGGETTI. PERSONA FISICA E I DIRITTI DELLA PERSONALITÀ. CAPACITÀ GIURIDICA E DI AGIRE. INCAPACITÀ LEGALI E NATURALE. LE PERSONE GIURIDICHE. I RAPPORTI FAMILIARI. MATRIMONIO. RAPPORTI PERSONALI E PATRIMONIALI DELLA FAMIGLIA. FILIAZIONE. LE ADOZIONI . POTESTÀ DEI GENITORI. NEGOZIO GIURIDICO: ELEMENTI ESSENZIALI E VIZI DELLA VOLONTÀ. IL FENOMENO RAPPRESENTATIVO. ELEMENTI ACCIDENTALI DEL NEGOZIO. I BENI. PROPRIETÀ. COMUNIONE E CONDOMINIO. DIRITTI REALI DI GODIMENTO. POSSESSO E DETENZIONE. USUCAPIONE. OBBLIGAZIONI CIVILI E NATURALI. VICENDE COSTITUTIVE. VICENDE MODIFICATIVE . VICENDE ESTINTIVE: ADEMPIMENTO E MODI DI ESTINZIONE DIVERSI DALL’ADEMPIMENTO. INADEMPIMENTO E RESPONSABILITÀ PATRIMONIALE. GARANZIE REALI E PERSONALI. FORMAZIONE DEL CONTRATTO. TRATTATIVE E RESPONSABILITÀ PRECONTRATTUALE. CONTRATTO PRELIMINARE, OPZIONE E PATTO DI PRELAZIONE. INTERPRETAZIONE E QUALIFICAZIONE. TIPICITÀ E ATIPICITÀ DEI CONTRATTI. EFFICACIA DEL CONTRATTO. RESCISSIONE E RISOLUZIONE. I SINGOLI CONTRATTI. PROMESSE UNILATERALI. GESTIONE DI AFFARI ALTRUI, ARRICCHIMENTO SENZA CAUSA, PAGAMENTO DELL’INDEBITO. IL SISTEMA DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE. I FATTI ILLECITI. SUCCESSIONE LEGITTIMA E NECESSARIA. EREDITÀ E LEGATO. I TESTAMENTI. DONAZIONI . LA TUTELA DEI DIRITTI. PRESCRIZIONE E DECADENZA. PUBBLICITÀ DEI FATTI GIURIDICI. SISTEMA DELLE PROVE. ESECUZIONE FORZATA. IMPRESA E SOCIETÀ. L’AZIENDA. LE SOCIETÀ DI PERSONE E DI CAPITALI. LE COOPERATIVE E I CONSORZI.
PER LA PARTE SPECIALE: I SAGGI CONTENUTI IN STUDI DI DIRITTO PRIVATO.
Obiettivi formativi
FAR ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA ALLO STUDENTE DELL’ORDINAMENTO GIURIDICO E DELLA NORMA; DELLE FONTI DEL DIRITTO E DELLA LORO GRADUAZIONE; DEL CODICE CIVILE E DEI SUOI LIBRI, TRASCORRENDO DALLO STUDIO DELLA PERSONA E DELLA FAMIGLIA A QUELLO DELLE SUCCESSIONI, DELLE OBBLIGAZIONI E DEI CONTRATTI, DELLE SOCIETÀ, DELLA PROPRIETÀ E DEI DIRITTI REALI FINO A PERVENIRE A QUELLO DELLA TUTELA DEI DIRITTI, IN RAGIONE DELLA RILEVANZA ESSENZIALE DELLA MATERIA ED, IN GENERALE, DELLA MENTALITÀ CRITICO-GIURIDICA PER QUALSIASI ULTERIORE APPROFONDIMENTO O CONSOLIDAMENTO DELLA PROPRIA FORMAZIONE CULTURALE. A TAL FINE, IL CORSO MIRA AD ASSICURARE: 1)CONOSCENZA GENERALE DELLA COSTITUZIONE, DEL CODICE CIVILE E DELLE PRINCIPALI LEGGI SPECIALI AL CODICE CIVILE; CAPACITÀ DI COMPRENDERE LE DINAMICHE FONDAMENTALI, ISTITUZIONALI, GIURIDICHE, DOTTRINALI, GIURISPRUDENZIALI E SOCIALI DEL DIRITTO PRIVATO; 2)CAPACITÀ DI COMPRENDERE LE DINAMICHE FONDAMENTALI, LE PROBLEMATICHE, CHE SOVRINTENDONO I SINGOLI ISTITUTI GIURIDICI; 3)CAPACITÀ DI ANALIZZARE CON CONSAPEVOLEZZA E SENSO CRITICO LE DISPOSIZIONI DEL CODICE CIVILE, IN RELAZIONE AI SINGOLI ISTITUTI; 4)MENTALITÀ GIURIDICA COME COMPONENTE DELLA CAPACITÀ DI ANALISI DI SITUAZIONI COMPLESSE IN CONTESTI DI STUDIO E LAVORATIVI; 5)CAPACITÀ DI RACCOGLIERE E INTERPRETARE CRITICAMENTE DATI E INFORMAZIONI COMPLESSI NELLO SPECIFICO CAMPO DI STUDI; 6)CAPACITÀ DI COMUNICARE AD UN PUBBLICO DI NON SPECIALISTI INFORMAZIONI, IDEE, PROBLEMI E SOLUZIONI NELLO SPECIFICO CAMPO DISCIPLINARE CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E BUONA ARTICOLAZIONE DI PENSIERO; 7)STRUMENTI E CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO NECESSARI PER ARRICCHIRE ULTERIORMENTE LE COMPETENZE GIURIDICHE ACQUISITE E PER APPLICARE TALI COMPETENZE ANCHE AD ALTRI INSEGNAMENTI DEL CORSO DI STUDIO.
Prerequisiti
CONSOLIDATA CONOSCENZA DELL’ITALIANO SCRITTO E ORALE; CAPACITÀ DI CONSULTAZIONE DEI PRINCIPALI TESTI NORMATIVI.
Partizionamento
INIZIALI COGNOME A-L
Metodi didattici
IL CORSO SI COMPONE DI 113 ORE DI LEZIONE; HA CARATTERE SEMINARIALE E PREVEDE LA LETTURA, L’ANALISI ED IL COMMENTO DI TESTI DI LEGGE. E’ INTEGRATO DA ESERCITAZIONI E SEMINARI SU CASI PRATICI, SECONDO UN CALENDARIO DEBITAMENTE PORTATO A CONOSCENZA DEGLI STUDENTI.
Modalità verifica
STUDENTI FREQUENTANTI
ESAME FINALE ORALE, CHE TIENE CONTO DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA ALLE LEZIONI E DELLA CONTESTUALE LETTURA DEL MATERIALE DIDATTICO DISTRIBUITO.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
ESAME FINALE ORALE.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’ESAME SARANNO:
1) CAPACITÀ DI ARTICOLARE UN DISCORSO COMPLESSO;
2) CAPACITÀ DI ESPRIMERSI CON CHIAREZZA E CON LINGUAGGIO APPROPRIATO;
3) CAPACITÀ DI INSERIRE GLI ISTITUTI GIURIDICI NEL QUADRO DEI PRINCIPI E DEI VALORI CHE IMPRONTANO L’ORDINAMENTO GIURIDICO E, NELLO SPECIFICO, L’ORDINAMENTO DEL NOTARIATO;
4) CAPACITÀ DI SELEZIONARE I DATI, MEMORIZZANDO CON PRECISIONE QUELLI SIGNIFICATIVI;
5) CAPACITÀ CRITICA NELLA LETTURA E NELLA COMPRENSIONE DEI PRINCIPALI ORIENTAMENTI DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI.
Testi di riferimento
P. STANZIONE, MANUALE DI DIRITTO PRIVATO, III ED. GIAPPICHELLI. TORINO, 2013.
IN ALTERNATIVA GLI STUDENTI POSSONO SCEGLIERE ALTRO MANUALE DI ISTITUZIONI.
PER LA PARTE SPECIALE:
P. STANZIONE, STUDI DI DIRITTO PRIVATO, BRUNOLIBRI, SALERNO, 2012.
LO STUDIO DEL DIRITTO PRIVATO NON PUÒ PRESCINDERE DALL’UTILIZZAZIONE DEL CODICE CIVILE E DELLE LEGGI SPECIALI.
Altre informazioni
IL CORSO È PROGETTATO PER STUDENTI CHE FREQUENTINO CON REGOLARITÀ. GLI STUDENTI CHE NON POSSONO FREQUENTARE POTRANNO SEMPRE RICORRERE AL DOCENTE PER SPIEGAZIONI INTEGRATIVE. LA LINGUA DI INSEGNAMENTO È L’ITALIANO