unisa ITA  unisa ENG


Prof. Vincenzo TUCCI

ELETTROTECNICA II

Unità didattica: ELETTROTECNICA II

Corso di studio:
INGEGNERIA ELETTRONICA
Tipo attività
LEZIONE
Durata (h)
60
Frequenza
Libera
Tipo attività formativa
AFFINE/INTEGRATIVA
Settore scientifico disciplinare
ELETTROTECNICA
CFU
6

Descrizione
- DOPPI BIPOLI DINAMICI (ORE LEZ. 10; ORE ESERC. 5)
COEFFICIENTI DI AUTO E MUTUA INDUZIONE. CIRCUITI AD ACCOPPIAMENTO MAGNETICO. POTENZA ED ENERGIA ASSORBITA. RECIPROCITÀ. ACCOPPIAMENTO PERFETTO. CIRCUITI MAGNETICAMENTE ACCOPPIATI IN REGIME SINUSOIDALE. PROPRIETÀ DI ADATTAMENTO DI IMPEDENZA. TRASFORMATORE REALE. CIRCUITI EQUIVALENTI. DOPPI BIPOLI DI IMPEDENZE. CALCOLO DI COEFFICIENTI DI AUTO E MUTUA INDUTTANZA PER CONFIGURAZIONI SEMPLICI.

- CIRCUITI LTI IN CONDIZIONI DINAMICHE (ORE LEZ. 10; ORE ESERC. 10; ORE LAB. 5)
IL PROBLEMA DELLE CONDIZIONI INIZIALI. VARIABILI DI STATO E LORO CONTINUITÀ. FUNZIONI GRADINO E IMPULSO DI DIRAC. CIRCUITI DEL I E II ORDINE. RISPOSTA A STATO ED INGRESSO ZERO. INTEGRALE DI CONVOLUZIONE. CALCOLO DELLA RISPOSTA IMPULSIVA. SIMULAZIONE NUMERICA DI CIRCUITI DINAMICI.

RISPOSTA IN FREQUENZA E TRASFORMATA DI LAPLACE (ORE LEZ. 5; ORE ESERC. 3; ORE LAB. 2)
FUNZIONE DI RETE. SPETTRO DI AMPIEZZA E DI FASE. RISONANZA SERIE E PARALLELO: FATTORE DI QUALITÀ E BANDA PASSANTE. CIRCUITI CON GENERATORI PERIODICI: SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER. LA TRASFORMATA DI LAPLACE NELLO STUDIO DELLE RETI IN CONDIZIONI DINAMICHE. TRASFORMATE NOTEVOLI; ANTITRASFORMATE. IMPEDENZA E AMMETTENZA OPERATORIALE. FUNZIONE DI TRASFERIMENTO. GENERATORI EQUIVALENTI DINAMICI.

- SISTEMI TRIFASE (ORE LEZ. 5; ORE ESERC. 5)
SISTEMI POLIFASE A TRE E QUATTRO FILI. CARICO EQUILIBRATO E SQUILIBRATO, A STELLA E TRIANGOLO. DIAGRAMMI FASORIALI. SPOSTAMENTO DEL CENTRO STELLA: FORMULA DI MILLMANN. POTENZA NEI SISTEMI TRIFASE. MISURA DELLA POTENZA NEI SISTEMI A TRE E QUATTRO FILI. INSERZIONE ARON. RIFASAMENTO.
Obiettivi formativi
IL CORSO COMPLETA LA FORMAZIONE (INIZIATA CON ELETTROTECNICA I) SUGLI STRUMENTI FONDAMENTALI PER LO STUDIO DEI CIRCUITI ELETTRICI ED ELETTRONICI. CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING) LE CONOSCENZE ACQUISITE RIGUARDANO I METODI PER L'ANALISI DI CIRCUITI DINAMICI DEL SECONDO ORDINE (NEL DOMINIO DEL TEMPO E UTILIZZANDO LA TRASFORMATA DI LAPLACE), DI CIRCUITI TRIFASE IN REGIME SINUOIDALE E CIRCUITI MAGNETICI. CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING) - ANALISI DI CIRCUITI LINEARI TEMPO INVARIANTI IN REGIME DINAMICO, SIA NEL DOMINIO DEL TEMPO CHE NEL DOMINIO DELLA VARIABILE COMPLESSA (TRASFORMATA DI LAPLACE) - CALCOLO DI TENSIONI, CORRENTI POTENZA ED ENERGIA IN IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE DELL’ENERGIA DI TIPO TRIFASE - CALCOLO DI COEFFICIENTI DI AUTO E MUTUA INDUZIONE IN SEMPLICI CIRCUITI MAGNETICI.
Prerequisiti
SONO RICHIESTE CONOSCENZE (FORNITE NEL CORSO DI ELETTROTECNICA I) INERENTI I METODI DI SOLUZIONE DI CIRCUITI LINEARI TEMPO INVARIANTI IN CONDIZIONI STAZIONARIE (D.C. E A.C.). INOLTRE, È NECESSARIO SAPER RISOLVERE EQUAZIONI DIFFERENZIALI LINEARI DEL PRIMO E SECONDO ORDINE.
Partizionamento
Nessun partizionamento
Metodi didattici
L’INSEGNAMENTO CONTEMPLA LEZIONI TEORICHE ED ESERCITAZIONI IN AULA. NELLE ESERCITAZIONI IN AULA VIENE ASSEGNATO AGLI STUDENTI UN PROBLEMA DA RISOLVERE UTILIZZANDO LE TECNICHE PRESENTATE NELLE LEZIONI TEORICHE. LO SVOLGIMENTO DEL PROBLEMA E' GUIDATO DAL DOCENTE E TENDE A SVILUPPARE E RAFFORZARE LE CAPACITÀ DELL’ALLIEVO DI IDENTIFICARE LE TECNICHE PIÙ IDONEE ALL’APPLICAZIONE. VENGONO ANCHE PROPOSTE LE METODICHE PER PRODURRE UN ELABORATO CHIARO NEL PROCEDIMENTO ED ACCURATO NEI RISULTATI DA CONSEGUIRE.
Modalità verifica
LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AVVIENE MEDIANTE LO SVOLGIMENTO DI UNA PROVA SCRITTA E UNA PROVA ORALE. PER ACCEDERE ALLA PROVA ORALE OCCORRE SUPERARE LA PROVA SCRITTA CON UN VOTO MINIMO DI 18/30.

- LO SCRITTO E' TESO A VALUTARE LE CAPACITÀ OPERATIVE NELLO STUDIO DI CIRCUITI, PRINCIPALMENTE CIRCUITI IN CONDIZIONI DINAMICHE E CIRCUITI TRIFASE.
- LA PROVA ORALE, NELLA QUALE PUÒ COMUNQUE ESSERE AFFRONTATO LO STUDIO DI CIRCUITI (DINAMICI, TRIFASE, MAGNETICI), E' TESA AD APPROFONDIRE IL LIVELLO DELLE CONOSCENZE, LA AUTONOMIA DI ANALISI E GIUDIZIO, NONCHE' LE CAPACITA' ESPOSITIVE DELL’ALLIEVO.

LA VALUTAZIONE DELLE PROVE (SCRITTE ED ORALI) TIENE CONTO DELLA CORRETTEZZA ED EFFICIENZA (AI FINI DEL CALCOLO DELLA SOLUZIONE DEI PROBLEMI PROPOSTI) DEI METODI UTILIZZATI, DELLA COMPLETEZZA ED ESATTEZZA DELLE RISPOSTE, NONCHE' DELLA CHIAREZZA NELLA PRESENTAZIONE.

IL VOTO FINALE, ESPRESSO IN TRENTESIMI CON EVENTUALE LODE, TIENE CONTO DELL'ESITO DELLE DUE PROVE. E’ PREROGATIVA DELL'ESAMINATORE VALUTARE SE PARTICOLARI PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA NELLA PREPARAZIONE DELL’ALLIEVO POSSANO ESSERE COMPENSATI TRA DI LORO.

LE TRACCE DELLE PROVE SCRITTE ED ESEMPI DI SOLUZIONE SONO FORNITE SUL SITO HTTP://WWW.ELETTROTECNICA.UNISA.IT/DIDATTICA/DID_ETPROVEDESAME
Testi di riferimento
- C.K. ALEXANDER, M.N.O. SADIKU: CIRCUITI ELETTRICI, MCGRAW HILL, MILANO
- R.C. DORF, J. A. SVOBODA: CIRCUITI ELETTRICI, APOGEO, MILANO
- DIAPOSITIVE DELLE LEZIONI ED ESERCIZI DISPONIBILI SU SITO WEB: HTTP://WWW.ELETTROTECNICA.UNISA.IT
Altre informazioni
RICEVIMENTO (IN LAB. T16 - ATRIO FACOLTA' INGEGNERIA): LUNEDÌ H. 09.00-10.30 MARTEDÌ H. 15.00-16.30 AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS) SAPER INDIVIDUARE I METODI PIÙ APPROPRIATI PER ANALIZZARE I CIRCUITI LINEARI TEMPO INVARIANTI. ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS) SAPER DESCRIVERE IN FORMA SCRITTA IN MODO CHIARO E SINTETICO ED ESPORRE ORALMENTE CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO GLI OBIETTIVI, IL PROCEDIMENTO ED I RISULTATI DELLE ELABORAZIONI EFFETTUATE. CAPACITÀ DI APPRENDERE (LEARNING SKILLS) ESSERE IN GRADO DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO, ED APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI USANDO MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI.